FOSSACESIA ILLUMINA DI BLU PER LA GIORNATA NAZIONALE DELLE VITTIME CIVILI

Fossacesia si unirà, il prossimo 1° febbraio, alla Giornata Nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel mondo, iniziativa promossa dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) e dall’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra (ANVCG). In occasione di questo importante momento di commemorazione, la storica torre campanaria e la Chiesa di San Donato saranno illuminate di blu all’imbrunire, creando un suggestivo scenario per onorare la memoria di chi ha sofferto a causa dei conflitti globali.

Il sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, sottolinea l’importanza di questa partecipazione: «La nostra adesione alla Giornata vuole offrire spunti di riflessione alle nuove generazioni in un momento delicato della storia dell’umanità in cui le armi sono tornate a far sentire la loro voce, e su quanto invece sia importante il dialogo, la collaborazione, la fratellanza tra i popoli».

Il ricordo della storia della città è particolarmente intenso, poiché Fossacesia fu semidistrutta durante il secondo conflitto mondiale a causa dei bombardamenti. Questi eventi provocarono numerose vittime e profonde sofferenze tra la popolazione civile. Il conferimento della Medaglia d’Argento al Valor Civile nel 2007 da parte dell’allora presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi testimonia il coraggio e la resistenza della comunità fossacesiana di fronte alle avversità della guerra.

Il sindaco continua: «I nostri giovani non debbono mai dimenticare quanto patito dalla nostra città nel secondo conflitto mondiale. Il conferimento della Medaglia d’Argento al Valor Civile non deve apparire come riconoscimento fine a sé stesso, ma deve essere un monito per coltivare sempre la cultura della pace, della solidarietà e scongiurare la violenza tra i popoli».