“Sono venuto qui a Fossacesia perché ritengo che quando si parla di sicurezza è necessario comprendere che istituzioni e cittadini, in questo caso imprenditori turistici, devono avere la consapevolezza di dover percorre la stessa strada, quella indicata dalla legge. E’ fondamentale collaborare perché solo così una località può proporre un turismo di qualità. Il ‘Modello Fossacesia’ può essere utile per tutti.”

E’ questa la premessa fatta dal Questore di Chieti, Annino Gargano, che accompagnato dal Capo di Gabinetto, Katia Basilico, ha partecipato ad un incontro incentrato sulle problematiche legate al turismo a Fossacesia, in particolare sulla movida che anima la riviera di località Marina, che si è tenuto al Parco dei Priori, nell’area monumentale di San Giovanni in Venere. La riunione, che si è svolta alla presenza di operatori e gestori di attività turistiche di Fossacesia Marina, è stata promossa dal sindaco, Enrico Di Giuseppantonio, e ha visto la partecipazione degli assessori comunali Maura Sgrignuoli e Giovanni Finoro, del vice comandante della Compagnia dei Carabinieri di Ortona, Giuseppe Lambriola, del comandante della Stazione Carabinieri di Fossacesia, Michele Cefaratti, del comandante della Polizia Locale, Fiorenzo Laudadio.

“Per tutte le forze dell’ordine – ha proseguito il Questore Gargano nel corso di un suo primo incontro su questo territorio in qualità di autorità Provinciale di Pubblica Sicurezza con i gestori dei locali – vi è l’attenzione, in questo particolare momento, nei confronti dei locali della movida; fatto per il quale vi invito alla collaborazione. Infatti, la degenerazione della movida, in molte parti d’Italia, con i conseguenti problemi per l’ordine e la sicurezza pubblica con il verificarsi di liti, risse e danneggiamenti, è un danno per i gestori dei locali oltre che per il turismo. La collaborazione degli imprenditori deve svolgersi nel pieno rispetto delle regole facendo in modo che la propria clientela rispetti il distanziamento e le normative per evitare il diffondersi del contagio al fine di garantire la salute di tutti ed evitare in tal modo nuove chiusure. Noi, attraverso la continua opera di attività di controllo e la costante presenza sul territorio, assicuriamo la vicinanza ai cittadini e lo scopo del nostro lavoro è trasmettere sicurezza; ma per ottenere risultati concreti occorre che tutti facciano la loro parte”.

Da parte sua il Sindaco, Enrico Di Giuseppantonio, in apertura dell’incontro ha sottolineato come “la crescita di presenze che la nostra città sta conoscendo in questi ultimi anni è stato favorito senza dubbio dagli investimenti di molti imprenditori, che qui hanno intravisto buone possibilità per realizzare le loro attività. Ma tutto ciò ci porta inevitabilmente a dover affrontare tutti gli aspetti legati al turismo – ha detto il sindaco Di Giuseppantonio -. Nuovi locali, ritrovi, hanno fatto sì che sulla nostra riviera si incontrino molti giovani, e di questo sono contento. Giovani vuol dire benefici ma a volte anche difficoltà e quindi è importante ricercare il giusto equilibrio, riuscire a contenere entro i limiti di legge quel che si genera con la movida e il rispetto della quiete pubblica. Per queste ragioni ho voluto promuovere quest’incontro tra il Questore, i gestori dei locali ed il presidente dell’associazione Aps I Trabocchi Valerio Nardone, che operano a Fossacesia Marina in modo che da esso vi sia maggiore conoscenza e informazione sui diritti e sui doveri, soprattutto cresca la consapevolezza e l’impegno di ognuno nel favorire la sicurezza del territorio nel quale abitano, lavorano e vivono”.

Di Giuseppantonio ha anche colto l’occasione per richiedere un aumento dei controlli stradali, in particolare sulla Statale 16 Adriatica, teatro nell’ultimo fine settimana di un tragico incidente. Inoltre, ha anche chiesto finanziamenti alla Regione per far fronte alla carenza di parcheggi a Fossacesia Marina e negli altri centri sulla Costa dei Trabocchi. “Nelle prossime settimane sarò a Riccione, per incontrare tecnici e amministratori comunali, città nella quale sono stati realizzati spazi di sosta auto in strutture sotterranee – ha annunciato il primo cittadino di Fossacesia -. Progetti che potrebbero essere riproposti anche da noi, sia in alcune ex aree ancora di proprietà delle Ferrovie dello Stato, che in quelle di pertinenza della Provincia di Chieti”.

Menu

Città di Fossacesia