Domani, domenica 6 giugno, dalle 10 alle 13, i giovani del Distretto Rotaract 2090 ed il Distretto Rotary 2090, nell’ambito del progetto “Mare Nostrum – Clean Up delle spiagge”, si ritroveranno a ripulire i litorali dai rifiuti in contemporanea su tre spiagge del Distretto 2090, dal Litorale di Rocca a Mare a Falconara, in provincia di Ancona, e poi in Abruzzo, sulla spiaggia della Fuggitella di Fossacesia e a Pescara.

“E’ una iniziativa che ha subito incontrato i nostri favori – afferma Enrico Di Giuseppantonio, sindaco di Fossacesia – e per la quale ringrazio il Governatore del Distretto Rotary 2090, Rossella Piccirilli e Arianna Bianchi, rappresentante Distrettuale del Distretto Rotaract 2090 -. La spiaggia della Fuggitella è una perla del nostro litorale, la cui notorietà in questi anni è salita di molto proprio per le sue caratteristiche e per bellezza. Poter renderla ospitale e pulita non potrà che giovare al turismo della nostra città, in forte crescita”.

L’operazione sarà cooadiuvata dalla EcoLan, che una volta avuto in consegna i rifiuti rimossi dalla spiaggia, provvederà al loro smaltimento.

“Tutti potranno partecipare – spiegano il Governatore Piccirilli, e la Rappresentante Distrettuale Bianchi – basta raggiungere la nostra spiaggia, vestitevi comodi, indossate mascherina, guanti e pettorina per aiutarci a rendere più pulite le spiagge. Ricordate anche di preparare l’autocertificazione utile allo svolgimento dell’attività perché opereremo nel rispetto anche delle regole anti covid-19. Ma – aggiunge in conclusione – possiamo aiutare durante tutto l’anno: bisogna pulire il mare, ma soprattutto non sporcarlo, bastano poche e semplici azioni di sostenibilità per cambiare le sorti del Mediterraneo e aiutare anche tutti noi. È anche questo lo scopo della nostra iniziativa in spiaggia”.

Il progetto “Mare Nostrum è nato da una idea del Rotary Club Milano e adottato anche da altri club Rotary e dai giovani del Rotaract, oltre da altri enti ed organizzazioni che hanno a cuore il benessere degli ecosistemi acquatici. L’intento è quello di organizzare, finanziare e ripulire i corsi d’acqua minori e i litorali, recuperare e smaltire le reti da pesca abbandonate in collaborazioni con i territori e i loro enti. L’attività di domani ,domenica 6 giugno, nasce dalla necessità di preservare l’habitat del Mediterraneo, attraverso azioni concrete per tutelare le risorse naturali e la biodiversità; l’eredità più importante che possiamo lasciare ai nostri figli. All’iniziativa aderiranno anche le associazioni “AIGU – Associazione Italiana Giovani UNESCO” comitato di Abruzzo e Marche e “Associazione Onlus Genitori e figli per mano.

Menu

Città di Fossacesia